Documenti di viaggio

documenti

Per quanto riguarda le partenze dall’Italia, qualche informazione più specifica:

  • Etiopia: i passeggeri in possesso di passaporto italiano possono ottenere un visto turistico valido un mese presso l’ambasciata etiopica al costo di $40, oppure in arrivo all’aeroporto di Addis Abeba al costo di $50, pagabili anche in Euro; è necessario portare con sé due fototessera. Per maggiori informazioni o esigenze di altra natura si prega di contattare l’ambasciata Etiopica al numero telefonico 06 4416161.
  • Altri paesi africani: i passeggeri in possesso di passaporto italiano possono in molti casi ottenere il visto all’arrivo, alle condizioni indicate dalle autorità di competenza. È compito del passeggero ottenere tutte le informazioni necessarie dalle autorità competenti di ciascun paese e presentarsi al check-in in possesso della documentazione richiesta per il viaggio. Non si accettano responsabilità in caso di documentazione carente o errata.
  • Per quanto riguarda l’accettazione di passeggeri stranieri residenti in Italia, possono fare ritorno al loro paese di origine non solo se in possesso di permesso di soggiorno in stato di corrente validità, ma anche se solo in possesso del cedolino rilasciato dalle Poste Italiane o dalla Questura, che attesti che la richiesta è in stato di rinnovo. Viceversa, non è garantito che per l’eventuale rientro in Italia questo cedolino venga considerato valido al momento dell’imbarco. Raccomandiamo pertanto di contattare preventivamente gli uffici Ethiopian Airlines nel paese di imbarco per effettuare un controllo della documentazione. Come da circolare N. 400/a/2009/14.201, questo cedolino non consente la libera circolazione nell’area Schengen.

<h3Informazioni valutarie per l’Etiopia

Vi invitiamo a contattare l’Ambasciata d’Etiopia.
Come informazione ulteriore potete consultare le regole valutarie che sono scaricabili qui [il pdf è allegato].

Vaccinazioni

Nessuna vaccinazione è obbligatoriamente richiesta per l’ingresso in Etiopia per passeggeri provenienti dall’Italia. Per quanto riguarda la febbre gialla, i passeggeri che si siano recati in paesi classificati a rischio nei 6 giorni precedenti all’arrivo in Etiopia devono esibire certificato di vaccinazione.

Ai passeggeri in transito dall’Etiopia per altre destinazioni potrebbe essere necessario esibire il certificato di vaccinazione per l’ingresso in alcuni paesi (ad esempio il Sudafrica) che considerano anche il solo transito per l’Etiopia come fonte di rischio. Si prega quindi di informarsi per ciascuna destinazione.

Le informazioni generiche su questo argomento sono presenti qui